Black Celebration

Note di nero in cucina. I miei piatti ispirati dalla musica dei Depeche Mode.

Un progetto editoriale e artistico unico nel suo genere .

Progetti editoriali

Black Celebration

Un progetto editoriale e artistico unico nel suo genere che è in realtà un’esperienza multisensoriale che mescola sapientemente cucina, fotografia e musica, passando attraverso il gusto e il colore.

L’idea ha preso forma cercando di combinare le mie più grandi passioni, musica e cibo, in un solo progetto: l’obiettivo è quello di trasferire nei piatti il mood musicale e comunicare l’amore per la cucina con un linguaggio diverso dal solito. A quel punto rendere omaggio al mio gruppo preferito, i Depeche Mode, è stato quasi inevitabile.

Black Celebration è l’unica canzone nella discografia dei Depeche Mode che dà il titolo sia ad un singolo che all’intero album. Un’unica eccezione che mi è stata d’ispirazione per creare questo progetto e non poteva che diventarne il titolo e il punto di partenza.

Ogni album, e la maggior parte delle canzoni dei Depeche Mode, mi ha ispirato diverse suggestioni e mi rimanda ad atmosfere e sensazioni per creare ricette e piatti davvero speciali.

Ho selezionato le mie canzoni preferite per ogni LP, viaggiando per l’intera discografia della band

Il risultato sono stati 17 piatti per celebrare la loro storia, dall’inizio fino ai giorni nostri. Diciassette scatti mettono in risalto, su nero, la ricerca creativa e il mio approccio rock alla preparazione di ogni piatto.

Le ricette sono preparate con ingredienti rigorosamente scuri e fotografate con forti contrasti fra luci e ombre, in una celebrazione del nero su nero che esalta le textures offerte da ogni piatto.

Le materie prime sono state selezionate dopo una lunga ricerca che mi ha portato alla scoperta di forme e sapori originali, accomunati dal colore nero.

Gli ingredienti scuri sono protagonisti, oltre che filo conduttore di tutto il progetto: ho iniziato quindi a lavorare ricercando materie prime naturalmente nere.

Peperoni neri olandesi, pomodoro nero, una speciale varietà di mais che arriva dal Cile, lenticchie, quinoa, ceci pugliesi, funghi shitake, tartufo nero: a partire da questi ingredienti ho ideato piatti che fossero, allo stesso tempo, adatti a uno stile fotografico così caratterizzato da contrasti di luci e ombre.

I piatti di ‘Black Celebration’ raccontano molto delle mie radici e tradizioni culinarie: costruisco le ricette anche in base ai miei ricordi. Nel primo piatto della serie, per esempio, oltre al riso al nero di seppia ho voluto inserire una cialda di olive Nolche pugliesi: le stesse che mia nonna friggeva quando ero piccola e che mangiavo dal sacchetto del pane, come merenda.

Contattami

Vuoi maggiori info?

5 + 1 = ?